Skip to content

Tuffi spericolati…ma non troppo

Tuffi spericolati ma non troppo

Tuffarsi è liberatorio e non c’è cosa che mi regali un momento di fanciullezza e libertà come un bel lancio nel vuoto che in una giornata calda d’estate esploda in una risata isterica appena si tocca l’acqua bella fresca!

In questa sezione vi consiglio qualche angolo dove i ragazzi del posto fanno i tuffi e dove poterli fare anche voi se come me non siete proprio dei tuffatori professionisti ma amate ogni tanto tornare bambini. Vi farò dunque un elenco dei posti e per ciascuno di questi vi metterò le coordinate gps ed il gradi di difficoltà per compiere la vostra impresa. Vi ricordo che il momento della giornata migliore per fare i tuffi è al tramonto oppure la mattina fino alle 10:30 circa quando cioè non c’è molto vento o diminuisce. Se la giornata è particolarmente ventilata già dalle prime ore del mattino, cambiate programma perchè la corrente potrebbe farvi finire sugli scoglio e procurarvi qualche ferita.

 

La Ripa.

La spiaggia della Ripa si trova in pieno centro storico di Vieste. E’ una spiaggia frequentata esclusivamente da viestani che abitano da quelle parti, oppure da viestano che vive fuori, nostalgico della propria infanzia. Io la trovo una spiaggia bellissima ma troverete la sua descrizione dettagliata nella sezione ” Spiagge e Calette da non perdere”. 
Scendendo le scale che vi portano a questa spiaggia, troverete un costone di roccia alla destra i cui scogli alla base affiorano dall’acqua e che quindi, con idonee scarpe per scogli, potete percorrere. Arrampicatevi su questo scoglio e fate un tuffo rivolti verso il Pizzomunno che vi troverete quasi di fronte. E’ chiaro che dovete tuffarvi in quella direzione perchè dalla parte opposta ci sono gli scogli affioranti che avrete percorso per salire sul questo trampolino naturale. 
Quando sarete sullo scoglio, prima di tuffarvi, vi sembreranno 40 mt di altezza, in realtà sono solo 2, quindi state tranquilli che non vi accadrà nulla e sopratutto sotto non ci sono scogli ma acque piuttosto profonde.
Ecco le coordinate dello scoglio 41.88103406579273, 16.182560007818175 ( incollatele su google e vedrete esattamente di quale scoglio si tratta)

Difficolta di tuffo BASSA
Difficoltà per raggiungere la spiaggia BASSA
Difficoltà di risalita MEDIO/BASSA

Punta San Francesco.

Sempre nei pressi della spiaggia della Ripa, ma in una posizione decisamente più alta, si trova questo secondo trampolino naturale. In estate è frequentato da tantissimi ragazzini che abitano il centro storico ed essendo loro giovani, spericolati e molto allenati, suggerisco di andarli a vedere, ma se non siete un pò esperti, di lasciar perdere. 
Lo scoglio da cui ci si tuffa ha una altezza di circa 10 metri a strapiombo sul mare su piccolo percorso sdrucciolevole e impervio. Ci si accomoda sul muretto laterale della chiesa di Punta San Francesco e lì si attende il proprio turno. Ci si lancia nel vuoto in questo mare cristallino ed anche se sono certa troverete sempre qualche ragazzino pronto a farvi sfigurare, se siete un pò impavidi, ne vale la pena! Per risalire non ci sono problemi, ci sono dei gradini naturali che vi riportano sù senza problemi, quasi fossero lì per questo.
Se poi non volete tuffarvi, ma semplicemente godervi lo spettacolo del tramonto e dei ragazzi selvaggi che si lanciano senza battere ciglio, andate lì alle 19 e ne vedrete e sentirete delle belle.
Ecco le coordinate 41.882735 ,16.184816

Difficoltà tuffo MEDIO/ALTA
Difficoltà per raggiungere lo scoglio MEDIA 
Difficoltà di risalita MEDIA

Spacco di Rosinella.

Non vi tedierò spiegandovi perchè si chiami così.  Volendo potreste. trovare mille pagine on line con grandi e belle spiegazioni, noi parliamo di altro, infatti ci tengo a sottolineare che questo, di cui avrete a breve le coordinate, è un terzo ottimo punto per provare le vostre doti atletiche e per fare dei tuffi godendo di una vista meravigliosa. Siamo sugli scogli davanti al faro di Vieste e precisamente a poca distanza dall’ingresso del porto, qui ragazzini del posto e non, abbronzati come il carbone, salgono e si lanciano da questi scogli senza sosta, anche tre alla volta poichè lo spazio lo permette.
Tuffarsi è facilissimo, troverete un comodo marciapiede da cui si accede agli scogli, fatevi un giro sugli scogli e ad un certo punto troverete una rientranza bella ampia, da qui potete tuffarvi senza paura perchè l’altezza è di circa 2/3 metri, il fondale è profondo e la risalita è molto comoda. 
Ecco le coordinate 41.887922953580485, 16.181114317590374

Difficoltà tuffo MEDIO/BASSA
Difficoltà per raggiungere lo scoglio BASSISSIMA
Difficoltà di risalita BASSA

Trabucco San Lorenzo.

Al fondo del lungomare Europa c’è un bellissimo trabucco sul quale, in primavera ed estate, si svolgono delle belle iniziative legate alla pesca tradizionale, allo yoga ed altro ( di questo parlo nella sezione ” Yoga e meditazione” e “momenti di vita Viestana”).  Alla destra del trabucco ci sono degli scogli di bassa altezza ma dai quali è possibile fare dei bei tuffi anche abbastanza gratificanti. A prima vista non dareste 2 lire a queste rocce un pò anonime, ma se cercherete bene, troverete il punto giusto da cui tuffarsi e risalire senza problemi ed il divertimento sarà assicurato, anche per i più piccoli.
Il tuffa ha una altezza che va da 1 a 2 metri al massimo, le rocce sono appuntite per cui assolutamente dovete essere muniti di scarpette,  risalire è semplice se trovate l’ingresso giusto. In questa fase fatevi aiutare dalle onde, quando si sta per infrangere sugli scogli, vi solleverà dall’acqua quasi in automatico, ma attenzione a svolgere l’azione nel momento giusto perchè subito dopo l’onda si ritira e vi porta di nuovo giù se non siete riusciti ad alzarvi per tempo. Nulla di grave, dopo uno o due tentativi il giocò sarà fatto.
Arrivare sugli scogli è molto comodo, parcheggiate la macchina, a piedi superate la strada e iniziate a scendere verso il trabucco, qui tenete la destra e scegliete il vostro scoglio. Il fondale non è molto profondo per cui valutate bene il tipo di tuffo da fare ( io consiglio sempre un tuffo di ispezione a bomba, ovvero con le gambe raccolte al petto, dopodichè deciderete come sia meglio fare).
Ecco le coordinate 41.895248299234986, 16.16045057970537

Difficolta di tuffo BASSA
Difficoltà per raggiungere lo scoglio BASSA
Difficoltà di risalita MEDIO/BASSA

Call Now Button
EnglishFrenchGermanItalian
WhatsApp chat